martedì 21 agosto 2012

Tornata!

Tornata dal Salento, tornata da Istanbul.


Considerazioni sparse:

Il Salento è sempre una meraviglia, lo straconsiglio (meglio -se si può- in Giugno e Settembre). Spiagge bellissime, vini e cucina insuperabili e belle città da visitare.


Istanbul è molto bella, peccato per i turchi che non lo sono altrettanto... (politically incorrect post alert!)



Mi sono piaciuti:
La magia delle moschee, della stazione dell'Orient Express, dei ponti che uniscono Oriente e Occidente.
Le decorazioni dell'harem di Palazzo Topkapi e i suoi giardini.
Il vento del Bosforo che anche in pieno Agosto mitiga il caldo. 
Le mini della polizia.
I gatti di strada in ogni dove (che in qualche modo la sfangano e sembra siano ben voluti dai locali)
I rooftop bar (eh sì, di sera ci siamo dati al clubbing visitandone ben 4!)
I tramonti sul Bosforo.
I richiami dei muezzin all'ora della preghiera.
I botteghini che servono spremute di frutta fatte al momento (pompelmo rosa, ananas, melograno ecc..).. quante ne abbiamo bevute!
Il tè nel bicchierino di vetro.
I kebab di pollo e i gozleme di formaggio.
Il caffè turco.

Non mi sono piaciuti:
I bambini che lavorano.
Le donne completamente ricoperte da chador e burqa.
La fiera del poliestere, a quanto pare il tessuto preferito dai turchi (camicie, gonne, vestiti, soprabiti, veli..) .. magari pure nero.. sotto il sole.. mah..
I venditori/ristoratori/commessi ecc. insistenti.. (perfino quelli al duty free dell'areoporto... miiii.. lasciatemi stare così forse compro!)
Gli uomini che nei tram affollati si appoggiano.. e quando dico "si appoggiano" m'avete capito..
L'inciviltà dei turchi che urlano invece di parlare, gettano cartacce dall'auto e dal traghetto, e che, dovute eccezioni, vedono nel turista qualcuno da fregare.

Mammaliturchi aneddoto nr. 1 :
Una notte all'una non riuscivamo a dormire per gli schiamazzi dei vicini appena rientrati in camera (bambini con i loro genitori). Nel caso il quadro non fosse chiaro, ripeto: una di notte, hotel, bambini che urlano (e i decibel della bimba arrivavano a rompere i bicchieri). Dopo aver pazientato per 5 minuti nella speranza che si calmassero, sono uscita in corridoio dove ho incontrato un altro ospite alla ricerca della camera incriminata, dopo esserci consultati e aver condiviso la nostra rabbia abbiamo bussato dai casinari (o meglio il mio compagno di sventura ha elegantemnete suonato il campanello e io ho tirato giù -un pò meno elegantemente- la porta a pugni). Si è affacciato il papà con aria interrogativa (cioè .. vuoi dirmi che te lo dobbiamo dire davvero perchè siamo qui?!!) dopo che abbiamo espresso le nostre rimostranze ha chiesto scusa e un paio di minuti dopo deve aver imbavagliato i bambini perchè non si è sentito più nulla. La mattina a colazione li ho fulminati con lo sguardo, soprattutto la mamma, che all'una di notte stava facendo la doccia ai bambini..

Mammaliturchi aneddoto nr. 2:
Stiamo camminando sulla riva del bosforo e un sciuscià ci passa davanti con il suo armamentario. Perde una spazzola, mio marito la raccoglie e lo rincorre per ridargliela. Magraziegraziechegentilisietespagnoli?italiani? e fa tutto l'amicone. Insiste per pulire le scarpe a mio marito che ringrazia e nega più volte con fermezza (tra l'altro aveva un paio di adidas scamosciate!) e insomma niente, non c'è verso, questo insiste e alla fine Ale cede. Mentre gli pulisce le scarpe ci racconta tutte le sue digrazie: lui è di Ankara ha 4 figli, uno malato che ha bisogno di cure e blablabla. Finito il tutto Ale gli fa comunque una lauta mancia e questo se ne esce dicendo che la somma non è sufficiente che sarebbero xxxx lire turche (tra l'altro una cifra sconsiderata per una pulizia scarpe!) Ale gli ricorda che non ha chiesto lui la pulizia, questo insiste, si arriva ad urlare e ce ne andiamo incazzati. Riprendiamo la nostra passeggiata, siamo lì che riflettiamo su quanto cerchino di fregarti fingendosi amiconi e arriviamo a pensare che avesse fatto cadere intenzionalmente la spazzola a terra, giusto per creare il contatto e che di tutto quello che ci ha raccontato probabilmente l'unica cosa vera è che era l'ultimo giorno di Ramadan.. Proprio in quel mentre un altro sciuscià ci supera e... indovinate? esatto! perde la spazzola!!
Inutile dire che non l'abbiamo raccolta.

p.s.= fotine a breve
p.p.s.= quanto ci siamo divertiti in Puglia con la mia nuova macchinetta fotografica subacquea!!
p.p.p.s.= non pensavo che l'applauso all'atterraggio dell'areo fosse ancora in voga O_o

10 commenti:

  1. Concordo a pieno sui commenti relativi al Salento: la Puglia è meravigliosa e io ho la fortuna di aver trascorso tutte le mie estati, sin da piccina, lì.
    E sono perfettamente in sintonia anche sui tuoi pareri su Istanbul: città dal grande fascino, anch'io se chiudo gli occhi rivedo le moschee e sento gli altoparlanti spandere nell'aria le preghiere... Non so se tutto il Paese sia come Istanbul, ma l'impressione generale che ho avuto dalla città è che sia ancora molto lontana dal concetto di Europa multiculturale!
    C'era qualcosa di inquietante nell'aria nelle zone non commerciali/turistiche...
    E anche a me i turchi non sono piaciuti affatto, specialmente nel rapporto uomo-donna. In più di una occasione mi sono persino sentita a disagio... cosa che non mi era mai successa in viaggio. Comunque è un viaggio da fare, che ti permette di entrare in contatto con una realtà culturale molto diversa dalla nostra... e quindi lo consiglierei!

    RispondiElimina
  2. istanbul è un sogno, io ho conosciuto solo persone gentilissime ma probabilmente come in tutti i paesi ci sono gli approfittatori e quelli carini è solo questione di fortuna negli incontri! aspetto con ansia di evdere le tue foto!

    RispondiElimina
  3. Grazie per il commento sul blog, le posate sono davvero facilissime da fare!! Io piuttosto sono invidiosa, mi sono beccata tutta questa tremenda estate mentre tu folleggiavi tra il Salento (sigh, come lo vedrei volentieri!!!!) e Instabul, che mi affascina enormemente. Eli

    RispondiElimina
  4. Bentornata!
    Concordo con te, per il Salento Luglio e agosto sono mesi off-limits. Io ci sono stata a fine giugno e ad agosto: non c'e' paragone, meglio giugno. Troppissima gente!!

    Grazie per le preziosissime info su Istambul, soprattutto l'aneddoto sul sciuscià. Penso che purtroppo sia nella loro cultura comportarsi in quella maniera. :-/ Basta saperlo.

    RispondiElimina
  5. Bentornata!! Puglia fantastica concordo e le foto parlano da sole (la macchinnetta è una grande scoperta!!)... per Istanbul io l'ho amata in tutto, anche in questi aspetti forse un pò distanti da noi. Ma infondo tanti italiani non tentato in ogni modo di imbrogliare i turisti??? o no??

    RispondiElimina
  6. Che belle foto e bentornata!!!

    RispondiElimina
  7. Coraggiosissima!! Mi riferisco alla foto di te sott'acqua, non prendermi troppo in giro ma io, dell'acqua, ho fifa! Vero. Al mare non mi allontano poi molto dalla riva, detto tutto:-))
    La Puglia dev'essere meravigliosa, me ne hanno parlato benissimo e per i parere su istanbul concordo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Bentornata viaggiatrice!
    Che belle vacanze! La tua energia è davvero travolgente.
    Complimenti!
    Felice di averti trovata in blogland
    Barbara

    RispondiElimina

:-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...